Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Informazioni Il Territorio

Il Territorio

 

 Coordinate:    44°42'39"N
 8°53'32"E 
 Altitudine media:    243m s.l.m.
 Superficie  8,49 kmq
 Abitanti  2250
 CAP  15060 
 Prefisso telefonico  0143 
 Codice ISTAT  L887 
 Codice Catastale  006180 
 Festa Patronale  10 Agosto - S. Lorenzo Martire 

 
 
Il comune fa parte della Comunità Montana Terre del Giarolo.

Dista dal capoluogo Alessandria 35 km e 48 km e da Genova.

Classificazione sismica: zona 3 (sismicità bassa), Ordinanza PCM n. 3274 del 20/03/2003.

 


Clima

Per quanto la classificazione climatica il territorio di Vignole Borbera appartiene alla classe climatica definita Cfs – a, ove il prefisso Cfs sta per clima mesodermico umido e la a indica che la temperatura media del mese più caldo è maggiore di 22° C. L’area in oggetto è caratterizzata da condizioni particolari. Malgrado il paesaggio collinare la situazione climatica è tipica di alcune zone di montagna; la piovosità media annua è piuttosto elevata e ciò è dovuto sia alla situazione orografica del territorio sia dall’incontro di notevoli flussi d’aria di origine diversa, essendo essa collocata a ridosso della Liguria. Il clima risente molto della relativa vicinanza del mare e la vegetazione forestale è prevalentemente adatta al caldo-umido. Dal punto di vista legislativo il comune di Vignole Borbera ricade nella Classificazione climatica E in quanto i Gradi giorno della città sono 2660, dunque limite massimo consentito per l'accensione dei riscaldamenti è di 14 ore giornaliere dal 15 ottobre al 15 aprile

 


Strade

Vignole Borbera è situato lungo la Strada Provinciale 140 val Borbera la quale collega il comune con la Ex- Strada 35 dei Giovi. Il comune è raggiungibile direttamente tramite autostrada, con casello autostradale di Vignole - Arquata sull' Autostrada A7.


Ferrovie


La stazione ferroviaria più vicina è quella di Arquata Scrivia sulla linea ferroviaria Torino - Genova e sulla linea Genova - Milano a circa 3 km dal centro di Vignole Borbera.

 


 

Vignole, "porta della Val Borbera", è attualmente una ridente cittadina il cui territorio è posto sulle terrazze alluvionali, alla confluenza del torrente Borbera nel fiume Scrivia.
Essa è un centro agricolo e commerciale potenzialmente in espansione grazie anche alla comodità delle sue vie di comunicazione: infatti è sede del casello autostradale sul ramo A7 della Milano - Genova.
Vignole è il secondo abitato della Val Borbera.
Il nome deriverebbe da un legame con il mondo romano: vineas, cioè luogo di ville rustiche e colture di viti, dato confermato dalla stessa morfologia del terreno che presenta un vasto altopiano esposto a sud. Qui l’abitato si sviluppa lungo la via che, proveniente dalla sponda destra del Borbera ( dove sorgeva l’antica parrocchia di San Lorenzo), costeggiando l’antico maniero prosegue oltre il centro verso Borghetto. Su di essa le case si affacciano direttamente senza la presenza di “volte” tanto frequenti nel versante ligure.
La vocazione di centro basato sui traffici e i commerci è qui manifestata dall’esistenza delle corti attorno a cui si organizzano gli edifici. Sulla via principale, che funge da asse generatore per l’intero abitato si affaccia una serie di ampi portali che immettono tramite volti nelle corti oppure di viottoli secondari che portano a ingressi laterali.
L’intorno ambientale è caratterizzato da un ampia porzione pianeggiante sulla quale si stende il nucleo abitato, piuttosto sparso, con ampia presenza di fabbricati industriali, ancora in parte coltivato che arriva a lambire, sulla sponda orografica sinistra del torrente, le prime colline piuttosto lontane e parzialmente coperte da boschi nelle parti elevate.
Invece in sponda destra il pianoro scende bruscamente nel torrente, oltre il quale si trovano pendici più acclivi.
Il nucleo urbano principale è accompagnato da alcune frazioni come Variano inferiore e superiore; in quest’ ultimo si trovano numerosi insediamenti produttivi.
La morfologia urbana della parte più antica, di superficie molto ridotta rispetto al tessuto abitato attuale, è piuttosto accentrata e compatta, quasi addossata sull’altopiano della sponda digradante verso il torrente Borbera; tale caratteristica risulta poderosa la presenza di un ampio edificio, inglobante parte dell’antico castello superiore, posto sull’alto della scarpata.
La tessitura degli antichi edifici segue la strada principale sulla quale si affacciano, con presenza di cortili interni, più case con sporadica presenza di vecchi fabbricati industriali con le case operaie, collegate al vecchio cotonificio.
Le aree produttive hanno il difetto di essere incombenti per massa e colore nel paesaggio, quando non maggiormente lesive per gli inquinamenti all’aria e all’acqua; rendono impermeabili ampie superfici e sono carenti di aree verdi, previste dalle leggi ma raramente attuate. Il difetto di consumare molto territorio e formare conurbazioni estese prive di servizi di vicinato e di caratterizzazione formale e distintiva del luogo è dato dalle numerose case unifamiliari.
Vignole Borbera si trova all’ingresso della Val Borbera, si può raggiungere grazie all’ autostrada A7 Milano - Genova ( uscita Arquata Scrivia - Vignole Borbera) ed è posta sulla S.S. n. 35 dei Giovi a 50 Km. ca da Genova, 100 Km. ca da Milano, 110 Km. ca da Torino.
Oggi è un buon paese turistico, dotato di impianti sportivi ed il tempo libero, una buona ristorazione con piatti dei prodotti tipici, funghi, carni, tartufi, selvaggina varia.

 


I Fiumi


Il Reticolato Idrografico è caratterizzato dalla presenza del Torrente Scrivia e dei suoi affluenti. Tra questi l’unico rilevante per l’ampiezza del bacino e per la portata, è il Torrente Borbera. Importanza minore rivestono il F.sso Liborno, Rio Vanzelle e il Rio Variano. Il Torrente Scrivia costituisce il confine naturale in corrispondenza del lato ovest del territorio, invece, il Torrente Borbera rappresenta il confine nord del territorio dal ponte di Variano alla confluenza con il Torrente Scrivia. Il termine “Torrente Borbera”, definisce un caratteristico torrente che misura una quarantina di chilometri, ha modellato nei millenni un ambiente assai vario; con gli affluenti interessa un ampio territorio che partendo dalla piana di Vignole e Borghetto sale alle tondeggianti cime del Giarolo, dell’Ebro, del Chiappo, del Cavalmurone e dell’ Antola. Notevole è anche la presenza di fauna ittica: trote, alborelle, cavedani, barbi. In sponda orografica sinistra del Torrente Borbera sono presenti solo il Rio Vanzelle e il Rio Variano, che possono creare i maggiori problemi di erosione.


Fauna


Nel Comune sono presenti diverse specie di mammiferi, tra cui ricci, talpe, pipistrelli, lepri comune,ghiri, moscardino, arvicole, topi, volpi, faine, donnole e cinghiali.Sono presenti anche specie di uccelli, tra cui gheppio, fagiano comune, tortora, piccioni domestici,barbagianni, rondone, allodola comune, capinera, pettirosso, cinciallegra, fringuello, cardellino,
passero comune, gazza e cornacchia grigia. Inoltre vi sono anche specie di rettili, tra cui ramarro, lucertola, vipera, biscia comune.

 


Vegetazione e Flora


Per quanto riguarda la vegetazione vi è la presenza di specie coltivate (frumento, granoturco e erba medica) ma anche di specie arboree e arbustive (pioppi, abeti, tiglio, cedri, biancospino, prugnolo, castagna, ciliegio selvatico, rovere, sambuco e edera).

Azioni sul documento
« marzo 2017 »
marzo
lumamegivesado
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031

 

Regione Piemonte
Provincia di Alessandria
Governo Italiano
prefettura di alessandria
Gazzetta Ufficiale
Polizia di stato
Carabinieri